Storytelling | piega e taglio visitando una mostra d’arte

Dal 7 dicembre nei quattro store di ContestaRockHair di Firenze arriva Storytelling: in mostra le opere di 15 street artist internazionali

a cura di Gian Guido Grassi

dal 7 dicembre 2024 fino a marzo 2024

nei quattro store di ContestaRockHair, Firenze

Farsi taglio, piega e colore visitando una mostra d’arte: succede a Firenze, nei quattro saloni di ContestaRockHair, insolita location per Storytelling, collettiva itinerante con le opere di 15 artisti internazionali. L’opening è in programma nello store di Borgo La Croce 5a, giovedì 7 dicembre alle ore 18, con djset, aperitivo e la presentazione del catalogo, insieme a Gian Guido Grassi, curatore e fondatore dell’associazione culturale StART Attitude.

Da forma espressiva di contestazione, la street art si è oggi affermata come un movimento artistico planetario superando “la strada”, fino a raggiungere i musei più prestigiosi al mondo, arrivando al tempo stesso a contaminare spazi urbani non convenzionali. ContestaRockHair, in linea con i propri principi di connessione tra arte e strada, tra vita urbana e spazi aperti in continuo movimento, celebra la street art e i suoi protagonisti proponendo un’esposizione contemporanea nei quattro saloni fiorentini: BORGO (Borgo La Croce 5a), ALBERO (via dell’Albero, 18), CECIONI (via Adriano Cecioni, 70), SAN QUIRICO (via di San Quirico, 38 a/b).

STEN E LEX, MONEYLESS, ARIS, FRANCESCO BARBIERI, ALEXEY MOROSOV, NOCURVES, OZMO, ALICE PASQUINI, TELLAS, ZED1, 108, JOYS, GAIA, AEC INTERESNI KAZKI, sono solo alcuni degli street artist in mostra. Il fenomeno culturale più dirompente e globale degli ultimi 40 anni continua ad influenzare l’immaginario collettivo e cambiare il volto delle città: lo stesso accadrà nei saloni ContestaRockHair, spazi nati senza limiti geografici e d’espressione. Storytelling arriva a Firenze dopo il successo della tappa romana, che ha visto la stessa collezione conquistare alcuni dei principali saloni di Roma durante la scorsa primavera.

*** stART è un’associazione culturale che si occupa di arte contemporanea e, in particolare, di street art dedicandosi alla promozione di eventi di arte urbana, all’organizzazione di mostre e alla realizzazione di grandi opere in contesti sia pubblici che privati. Nata nel giugno 2017, ha all’attivo rassegne come “Street art in cava”, due edizioni del “Welcome to Pisa festival”, lo “stART festival –Lucca”, la mostra OZMO-Every wall in town tells a story presso la Cittadella di Pisa, la mostra “Moneyless – L’alchimista geometrico dell’arte urbana” presso il Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca e il concerto “Dalla Torre al cielo, arte e musica di speranza ai tempi del lockdown”. L’associazione collabora con alcuni degli artisti più interessanti a livello globale. Nell’organizzazione di eventi stART opera seguendo cinque obiettivi principali: city beautification (arte come espressione pubblica di bellezza al servizio di tutti), riqualificazione urbana, partecipazione attiva della comunità, divulgazione e didattica (rivolta alle Università e alle Scuole di ogni ordine e grado) e attivazione di nuovi percorsi turistici all’interno delle città. Ha il suo interno un Laboratorio che raccoglie figure eterogenee, da architetti a docenti di diritto, che studia e divulga attraverso una collana di pubblicazioni tematiche differenti inerenti l’arte nel contesto della città.

 

Per info:

Ufficio Stampa stART

Chiarello Puliti & Partners

Francesca Puliti – 392 9475467

Jacopo Carlesi – 333 4969766

press@chiarellopulitipartners.com

NO CURVES, Samantha Cristoforetti